Android KitKat: spuntano le prime parodie sul web

9 Settembre 2013 0 Di Salvatore

Il nuovo sistema operativo di Google, nato da un accordo commerciale con Nestlé, si chiamerà Android KitKat. Adesso è oggetto di divertenti parodie sul web, ma se fosse un’intelligente strategia promozionale?

Negli ultimi tempi, molti fan del robottino verde si sono chiesti come si sarebbe chiamato il nuovo sistema operativo di Google. Poi ci ha pensato il Colosso di Mountain View ad annunciare il nome: Android KitKat, proprio come le barrette di wafer ricoperte di cioccolato, prodotte dalla Nestlé. Non è un caso, se la scelta del nome è dovuta ad un accordo commerciale proprio con la più grande azienda al mondo nel settore alimentare. E come era prevedibile, quando gli internauti sono venuti a conoscenza del nome del nuovo sistema operativo, Android KitKat, sono spuntate subito le prime parodie sul web.

Fra chi si chiedeva “se lo tocchi si spezza, se gli metti la cover si scioglie” e chi “attendeva prima dell’installazione il patch di Orzo Bimbo”, è venuta fuori anche Nokia, di recente acquisita da Microsoft, con la foto che vedete in basso, citando lo slogan pubblicitario di KitKat (“Have a break have a …”).

Tralasciando commenti sarcastici, gag e parodie che hanno come protagonista Android KitKat, il nuovo sistema operativo di Google, in realtà dietro potrebbe esserci un’intelligente strategia promozionale. Se fossero proprio i commenti pubblicati sui blog, i tweet e i post su Facebook la migliore forma di comunicazione pubblicitaria per Android KitKat?

Non a caso, Patrice Bula, Head of Marketing di Nestlé, che ha confermato l’accordo commerciale senza dire nulla sulle cifre, sostiene il brand Kit Kat è uno dei primi 10 nei beni di largo consumo sui social network che vengono utilizzati soprattutto dagli adolescenti. Riuscirà il più diffuso sistema operativo mobile al mondo a rendere più speciali i break fatti con KitKat? Assai probabile, visto che i supermercati di 19 Paesi saranno invasi da 50 milioni di barrette di cioccolato in edizione speciale. C’è da capire solo se le barrette della Nestlé riusciranno ad aumentare il livello di popolarità del robottino verde. Tra qualche mese la risposta.