Tutti vogliono il Nexus 4

14 Novembre 2012 0 Di Fabrizio Martini

Il Nexus 4 è andato letteralmente a ruba in Inghilterra: alcuni store hanno terminato le scorte del nuovo smartphone di Google in soli 30 minuti. Le premesse erano ottime come già avevamo parlato nel nostro articolo, ma i risultati sono ancora più straordinari.

Il nuovo LG Nexus 4

Google non ha ancora commentato la notizia e ancora mancano dati ufficiali di vendita, ma i principali siti internet, tra cui TechCrunch, riportano notizie univoche sull’enorme successo registrato nel Regno Unito.

Ma quali sono stati i principali punti di forza del nuovo Nexus 4 targato Google?  Le sue specifiche tecniche, il prezzo basso e la non obbligatorietà di un contratto con i vari carrier telefonici.

Il Nexus 4 ha infatti ottime caratteristiche tecniche, che sopperiscono in alcuni mercati alla mancanza della connettività 4G, che molti analisti avevano considerato una delle pecche più grandi del nuovo smartphone Google.

LG ha realizzato un prodotto decisamente migliore del Samsung Galaxy Nexus, predecessore del nuovo Nexus 4, montando una CPU più performante, il doppio della memoria RAM ed una batteria più grande, che soddisferà tantissimo tutti i suoi utenti. Ben sappiamo quanto la durata della batteria condiziona l’acquisto di un dispositivo. Nonostante queste caratteristiche, LG non ha voluto strafare, non concedendo la possibilità di inserire schede SD di espansione. Probabilmente Google sta pensando di migrare verso il “cloud”  con il suo SkyDrive, come già Apple ha fatto da tempo con iCloud.

Ma una grande spinta all’acquisto del Nexus 4 è dovuta al prezzo: solo 240 sterline nel Regno Unito per il modello da 8GB, contro le 529 sterline per il primo modello di iPhone 5. Una differenza sostanziale in tempi di crisi. Inoltre il Nexus 4 è libero da ogni tipo di contratto anche negli Stati Uniti, dove solitamente ogni smartphone richiede la firma di un contratto di due anni con il proprio carrier telefonico. Sarà possibile sottoscrivere un contratto mensile con ogni carrier, senza alcun impegno. Una rivoluzione in questo campo negli Stati Uniti.

A questo punto non vediamo l’ora di vedere il nuovo Nexus 4 all’opera in Italia.