Su Indiegogo è apparso lo smartphone Symetium con 6 GB di RAM

30 Settembre 2015 0 Di Valerio Gestri

Su siti di raccolta fondi come Indiegogo e Kickstarter appaiono sempre interessanti progetti ideati da compagnie, aziende o privati, che spesso raccolgono numerose donazioni.

Una compagnia chiamata Symetium ha raccolto 1.250.000 dollari proprio su Indiegogo per finanziare il proprio progetto “Nessun compromesso tra smartphone e PC”, un’idea molto ambiziosa di questa nuova azienda svedese, andiamo a vedere di cosa si tratta.

Lo smartphone Symetium sembra promettere delle specifiche di altissimo livello e delle funzionalità innovative. Il dispositivo, se il traguardo delle donazioni sarà raggiunto, dovrebbe avere uno schermo da 5 pollici Full HD con risoluzione 1080p a 1920 x 1080 pixel, protetto da un Gorilla Glass 4 ed un processore Snapdragon 820 in uscita verso inizio 2016.

Lo smartphone Symetium avrà inoltre ben 6 GB di RAM e diversi tagli di memoria interna che partono da 64 GB fino ad arrivare a 256 GB di spazio disponibile.

Il dispositivo avrà anche un comparto fotografico da record, con una fotocamera posteriore da 24 megapixel ed una anteriore di soli 5 megapixel, ma anche una batteria da 4000 mAh ad alimentare il tutto che promette durate d’uso superiori alla media.

Il Symetium avrà anche una porta USB di tipo C ed una certificazione IP67 per la resistenza all’acqua, ed una versione del nuovo Android 6.0 Marshmallow preinstallata con un sistema operativo aziendale che chiameremo per ora Symetium OS.

La grande novità proposta da Symetium è la possibilità di fare streaming dello schermo del dispositivo o connetterlo a più schermi, e con l’ausilio veloce di mouse e tastiera, rendere lo smartphone un pc desktop utilizzabile da una scrivania, con il sistema operativo Symetium OS perfettamente ottimizzato per rendere l’esperienza comoda e piacevole.

Secondo Jonathan Gustafsson, disegnatore del Symetium, tale smartphone dovrà segnare una rivoluzione, offrendo agli utenti un pc portatile di soli 5 pollici che possa offrire una serie di funzionalità uniche.

Non ci resta che seguire quindi il progetto su Indiegogo e vedere se il traguardo delle donazioni previste per il Symetium sarà raggiunto!