Samsung Galaxy Note 8.0 svelato per sbaglio (?) ad un evento Coreano!

15 Febbraio 2013 1 Di Claudio Chiricolo

Una foto, che vi riportiamo all’interno dell’articolo, è stata scattata durante un evento tenutosi in Sud Corea, in occasione dell’annuncio di una versione di San Valentino del Samsung Galaxy Note 10.1 LTE. Inavvertitamente sarebbe stato mandato sul monitor che faceva da sfondo, la foto del nuovissimo dispositivo di casa Samsung, il Galaxy Note 8.0.

Il bianco dispositivo dal design ricurvo corrisponde a quanto conoscevamo rispetto a Galaxy Note 8.0, completo del prominente tasto Home. È certo che in alcun modo si possa trattare del dispositivo che stava venendo presentato in quel momento; sembra quindi che si sia trattato di un vero proprio errore, anche se risulta difficile concepirlo e molti pensano ad una mossa strategica relativa al marketing.

Il Galaxy Note 8.0 sembra ereditare il design da Samsung Galaxy S3; le specifiche nel corso del tempo sono trapelate parlano di un dispositivo da 8 pollici equipaggiato di un display ad alta definizione capace di una risoluzione da 1280 x 800 pixel, dotato di S Pen. Processore quad core da 1,6 GHz, coadiuvato da 2 GB di RAM; memoria interna pari 16 GB espandibile  attraverso lo slot per microSD. Il Galaxy Note 8.0 è molto più vicino ad uno smartphone di grosse dimensioni che ad un tablet, ma non ci sembra comunque il caso di parlare di phablet, la via di mezzo tra i due dispositivi che sta diventando sempre più di tendenza. Inoltre, Samsung Galaxy Note 8.0 potrebbe disporre di tecnologia HSPA per la connettività, e la possibilità di integrare una SIM card per implementare i dati mobili, come è successo per i dispositivi Apple , compreso iPad Mini.

Nonostante non ci sia una data ufficiale confermata per il rilascio di questo nuovo dispositivo, esso è stato confermato dal capo di Samsung Mobile, JK Shin, che ha dichiarato: “il Galaxy Note da 8 pollici verrà rilasciato a partire dal Mobile World Congress”. Sono tante, dunque, le novità che ci aspettano in vista del MWC di Barcellona; non ci resta che aspettare!