Il sistema Android Google sotto investigazione in Corea per violazioni antitrust

23 Agosto 2015 0 Di Valerio Gestri

Google sembra non poter sfuggire ad una serie di investigazioni da parte dell’antitrust della Corea del Sud. Le indagini sono partite nel 2011, prima di arrivare ad una formulazione delle accuse due anni fa.
Pare infatti, secondo l’accusa, che Google abbia fatto pressioni sugli sviluppatori Android per bloccare i motori di ricerca rivali di Google Search.
Ma non è finita qui, ancora una volta l’antitrust coreana ha annunciato che indagherà Google e Apple a proposito delle loro posizioni dominanti nel mercato dei dispositivi mobili, e non solo: saranno effettuate indagini anche su due principali store, Google Play Store e App Store Apple, sempre per la stessa ragione di abuso di posizione dominante.

 

Android al momento occupa il 59,63% del mercato globale dei dispositivi mobili, mentre iOS della Apple occupa il 24,46%. In Corea i numeri sono più netti, con Android al 76,51% e Apple al 23,26%, che in totale si traduce in un 99,77% di occupazione del mercato dei dispositivi mobili.

 

L’indagine nasce come una misura precauzionale per stabilire se in tutto ciò ci fosse qualcosa di illegale. Considerando che la scorsa indagine è durata almeno due anni, sarà interessante vedere tra quanto tempo l’antitrust coreana potrà comunicare qualcosa a riguardo.

 

Resta il fatto che come al solito Google ha a che fare con procedimenti giudiziari, in ormai tutte le parti del mondo. E’ semplicemente il triste destino delle grosse compagnie oppure c’è davvero qualcosa che non va? Cosa ne pensate?