Gli utenti non reagiscono agli aggiornamenti delle app Google Play

28 Giugno 2015 0 Di Valerio Gestri

Android è uno dei mondi più belli per gli sviluppatori delle app, perchè fornisce una grande varietà di servizi e strumenti per migliorare la loro esperienza, e grandi comunità di esperti che mettono a disposizione idee e sorgenti per creazioni sempre più innovative. Il Google Play Store è ritenuto da molti più semplice rispetto al concorrente di sempre iTunes App Store, soprattutto nella distribuzione degli aggiornamenti delle app.

Un gruppo di ricercatori italiani ha condotto un’indagine sulla distribuzione degli aggiornamenti delle applicazioni. Gli sviluppatori rilasciano molto più frequente gli aggiornamenti per le app rispetto ad altri tipi di programmi di altre piattaforme, ma sfortunatamente la ricerca ha stabilito che, in questo caso, maggiori aggiornamenti non sono necessariamente un bene, infatti molto spesso gli utenti sono poco recettivi rispetto all’uscita di tali nuovi aggiornamenti, soprattutto sul Play Store, mentre su iTunes le cose vanno decisamente meglio.

La ricerca italiana, dal titolo “Gestione degli aggiornamenti nelle applicazioni mobili, iTunes contro Google Play”, ha analizzato le 1000 applicazioni principali dei due store in modo da aiutare gli sviluppatori a gestire meglio il rilascio degli aggiornamenti e capire dove e come migliorare il processo. La ricerca ha stabilito che su Google Play le applicazioni sono aggiornate in media ogni 28 giorni, mentre su iTunes App Store ogni 59 giorni, ma ha anche fatto notare che gli aggiornamenti che vengono rilasciati su Google Play sono spesso “inutili” ed ignorati dagli utenti, mentre su iTunes App Store si tratta di aggiornamenti sostanziali che si traducono in un numero di download maggiore.